Machcina Del Vento Fotografia Di Ritratto
Tu sei qui:

Fotografia di Ritratto: Ventilatori

"Se desiderate conoscere il divino, sentite il vento sul viso e il sole caldo sulla vostra mano."

- Buddha

Il problema più grande con l’utilizzo di ventilatori o macchine del vento con i capelli è quello della perseveranza. Non è il genere di cose che ottieni in una manciata di colpi a meno che tu non sia estremamente fortunato.

Asciugacapelli In Sala Pose

Asciugacapelli

Innanzitutto, voglio eliminare una delle scelte più ovvie e spesso prioritarie per i nuovi fotografi, ovvero gli asciugacapelli. Gli asciugacapelli non sono l’ideale per questo tipo di fotografia. Per cominciare, non sono molto potenti, ma l’aria che emettono è anche molto calda anche quando sono abbassate, spesso seccano gli occhi e causano arrossamenti.

Pannelli Riflettenti Per Fare Vento In Sala Pose

Riflettori e pannelli

Se vuoi iniziare in modo economico puoi invece usare i pannelli riflettenti o anche un foglio di polistirolo per generare abbastanza brezza da far muovere i capelli. Avrai bisogno di un assistente per usarlo.

Macchina Del Vento Per Grandi Studi Fotografici

Macchina del vento per grandi studi fotografici

Se hai un pò di denaro da spendere o lavori in ambienti molto grandi, macchine del vento come queste possono essere un ottimo investimento. Ma se lavori in un piccolo studio, sono decisamente eccessivi e spesso possono causare più problemi di quanti ne risolvano.

Macchina Del Vento Per Piccoli Studi Fotografici

Macchina del vento per piccoli studi fotografici

Se vuoi davvero prendere una macchina del vento da studio, ti consiglio questo modello più piccolo, spesso dotato di un ugello, un pò come uno snoot, per aiutare a mettere a fuoco e dirigere l’aria per un maggiore controllo.

Considera il tuo soggetto

Questo è comune a tutti i ritratti, ma se il soggetto non è a suo agio, sarà palese nelle foto. E non c’è molto che faccia sentire una modella più a disagio in studio che avere l’aria soffiata in faccia nel modo sbagliato.

Quando acquisti il tuo primo ventilatore, mettilo davanti a te e accendilo: guarda l’effetto che ti fa, come ti senti, per quanto tempo riesci a tenere gli occhi aperti comodamente mentre il getto d’aria soffia dritto verso di te senza che le lacrime inizino a formarsi. Guarda per quanto tempo riesci a tenere gli occhi aperti senza sbattere le palpebre pur rimanendo a tuo agio.

Ti fai così un’idea di come si potrà sentire il tuo soggetto di fronte al fan e pianificare dunque raffiche e pause di conseguenza.

Avere una piccola stufa nelle vicinanze

Mentre espellere l’aria calda era uno degli svantaggi degli asciugacapelli, i normali ventilatori generalmente raffredderanno l’aria nell’ambiente. Non vuoi che il tuo modello diventi troppo freddo, mostri la pelle d’oca o inizi a tremare. Quindi, tieni una piccola stufa nelle vicinanze per aiutarti a togliere il freddo dalla brezza creata dal ventilatore.

Il tuo modello indossa lenti a contatto?

Indipendentemente dalla risposta, devi far sapere al tuo soggetto di sbattere le palpebre in modo naturale e costante per mantenere gli occhi sempre inumiditi. Quando gli occhi si seccano, iniziano a diventare rossi e iniettati di sangue, il che può essere un incubo di ritocco.

Può anche capitre che lacrimando, gli occhi, fanno colare il trucco: dì alla tua modella in anticipo che se i suoi occhi iniziano a lacrimare oltremodo, deve voltare le spalle al ventilatore e comunicartelo immediatamente. Munisciti sempre di un pacchetto di fazzoletti.

Chiedi al soggetto di chiudere gli occhi durante gli scatti di prova

Se è solo uno scatto di prova e stai cercando di capire la potenza, la posizione e la traiettoria corrette per il ventilatore, non ha senso che il tuo soggetto soffra. Chiedi al tuo soggetto di chiudere gli occhi mentre il ventilatore soffia durante le fasi di test, per alleviare la sua sofferenza.

Come posizionare il ventilatore

Personalmente metto le mie macchine del vento appena sotto la fotocamera, puntando leggermente verso l’alto in direzione del soggetto. Ciò consente ai capelli di essere spostasti dinamicamente leggermente verso l’alto, contrastando la gravità. Se sei in cerca di uno sguardo più drammatico, posiziona il ventilatore dietro al soggetto, rivolto verso l’alto.

Non esistono tuttavia regole auree per posizionare una macchina del vento. I capelli di tutti noi sono diversi, si comportano in modo diverso e reagiscono all’aria che soffia su di essi in modo diverso. Sperimenta con il tuo soggetto per vedere cosa è più consono per il risultato che vuoi ottenere, comodo per il soggett e crea una immagine di impatto.