Michele Belloni - Tutorial Fotografia Di Ritratto Con Riflessi
Tu sei qui:

Fotografia di Ritratto: Riflessi

"Il riflesso è per i colori quello che l’eco è per i suoni."

- Joseph Joubert

Usare una finestra per fotografare il nostro soggetto può essere un’ottima idea per aggiungere quel tocco di inatteso, insolito, al nostro portfolio. Se la giornata non è troppo soleggiata, ma anzi abbiamo un cielo coperto e uniforme, trovare porte a vetri, vetrine di locali o anche pannelli di plexiglass molto ampi da usare come livello intermedio tra il soggetto e la nostra macchina fotografica, potrebbe essere una buona idea.

Il Punto Di Ripresa

Trova l’inclinazione giusta, coinvolgi il soggetto o scegli di renderlo completamente estraneo al momento dello scatto, magari facendogli fissare un punto all’orizzonte per dare quel tocco di profondità alla foto, occhio quindi alla messa a fuoco. L’autofocus in queste circostanze può infatti essere tratto in inganno dalla vetrina e dalle eventuali scritte su di essa o, più banalmente, da elementi riflessi sulla superficie, impedendoti di avere il soggetto perfettamente a fuoco.

Potrebbe essere dunque utile mettere a fuoco manualmente per rendere la scena esattamente come la si immagina.

Il Filtro Polarizzatore

Michele Belloni - Tutorial Fotografia Di Ritratto Con Riflessi

Alcuni fotografi ritengono che l’uso di un filtro polarizzatore sia utile quando si scatta attraverso un vetro o una superficie traslucida, poiché un polarizzatore può ridurre efficacemente (o addirittura rimuovere) la luce che si riflette sulla superficie. Basta ruotare il filtro polarizzatore fino a scoprire l’angolo migliore per bloccare la luce riflessa. Se non disponi di un polarizzatore e non desideri investire qualche soldo in questo filtro, prendi in considerazione l’utilizzo dei riflessi stessi a tuo vantaggio o lavora sull’angolo rispetto alla superficie del vetro per ridurre al minimo i riflessi che interferiscono con il soggetto su cui stai tentando di focheggiare dall’altro lato.

Se utilizzi regolarmente un lampeggiatore esterno o il flash a comparsa sul pentaprisma della fotocamera, probabilmente dovrai metterlo da parte per questo scatto, poiché la luce del flash rimbalzerà sulla superficie del vetro e in genere produrrà un bagliore aspro e innaturale. Se devi usare il flash, sperimenta per assicurarti che fornisca esattamente i risultati creativi che stai immaginando, oppure valuta la possibilità di impostare un flash staccato dalla fotocamera sul lato opposto della finestra (lo stesso lato del soggetto), con la luce ad un angolazione lontana dal vetro che vi separa.

Utilizza Un Grandangolo

Michele Belloni - Tutorial Fotografia Di Ritratto Con Riflessi

Questo è un buon suggerimento per fotografare tutto ciò che si trova dietro il vetro in ambienti abbastanza ristretti, che si tratti di una vetrina di un museo, un diorama, una vetrina o persino un acquario. Un obiettivo grandangolare ti consente di riprendere una distanza più ampia rispetto ad altri obiettivi e ti consente di lavorare a una distanza molto più ravvicinata.

Avvicinati

Michele Belloni - Tutorial Fotografia Di Ritratto Con Riflessi

Un ultimo consiglio che mi sento di darti è di rimanere vicino alla superficie del vetro, riducendo così i riflessi indesiderati che potrebbero interferire con la tua immagine. La lente può anche toccare il vetro, preferibilmente con un paraluce in gomma pieghevole come tampone.

Controlla L’Esposizione

Sia che tu stia riprendendo dall’interno all’esterno o viceversa, potrebbe esserci una notevole differenza di luce tra i due lati del vetro. Per ottenere una buona esposizione su entrambi gli scenari, misura le aree più luminose e più scure all’interno del fotogramma. Se la differenza è di diversi f/stop, potresti dover optare per un’esposizione corretta solo su un lato, lasciando l’altro estremo sotto o sovraesposto.

Michele Belloni - Tutorial Fotografia Di Ritratto Con Riflessi

Se vuoi che entrambi gli scenari siano ben esposti, puoi utilizzare un programma per computer HDR per combinare tre o più scatti separati con bracketing effettuati con esposizioni diverse, ma la tua fotocamera deve essere su un robusto treppiede in modo che la composizione in ogni scatto rimanga identica. Dopo aver scaricato queste tre immagini, il programma HDR le inserisce in un’unica immagine ben esposta.